cosa fare se si trova un animale domestico

da http://www.animalipersieritrovati.org

Come comportarsi quando avete trovato un animale (da compagnia) che si è evidentemente smarrito

Quando avete localizzato un animale cercate di non perderlo d’occhio, chiamate aiuto senza urlare e senza agitarvi, impaurireste inutilmente l’animale ritrovato e non sarete comprensibili per chi avete chiamato in aiuto.

Se vi avvicinate, fatelo in modo tranquillo, senza gesti affrettati ma neanche troppo lentamente.

Abbiate a portata di mano o nelle immediate vicinanze del cibo per animali, un collare con guinzaglio, un trasportino (magari pieghevole)…

Se l’animale è ferito chiamate i Vigili Urbani o il vostro Veterinario e NON toccate l’animale. Come per gli umani, un animale può avere pericolose lesioni interne e impacciati tentativi di rimozione/aiuto possono avere effetti estremamente controproducenti. Parlategli piuttosto, con voce ferma e calma, cercando di rassicurarlo.

Comunicate sempre il ritrovamento, anche del vostro animale, contattando tutti quelli che avete chiamato per denunciarne lo smarrimento .

Quello che è importante è che l’animale raccolto venga denunciato immediatamente o comunque nel più breve tempo possibile ai Vigili Urbani, ai Veterinari e agli Enti locali deputati e venga sottoposto ad un controllo medico.

A seconda delle condizioni in cui trovate un animale, vostro o altrui che sia, portatelo SEMPRE dal veterinario e fatelo il prima possibile, comunque possibilmente entro la settimana del ritrovamento. È assodato che buona parte degli animali persi e ritrovati ritroverebbero molto più spesso e molto più facilmente e velocemente la loro famiglia se portati da un veterinario. La visita medica a cui l’animale è sottoposto serve per accertare le condizioni di salute generiche e a rintracciare i proprietari (sempre che questi si siano rivolti ai veterinari per denunciare lo smarrimento e qualora si tratti di animali non “contrassegnati” con tatuaggio e/o microchip).

Un animale smarrito può avere contratto malattie infettive. Può avere ingerito oggetti pericolosi per la sua salute e per la sua stessa vita, può avere bisogno di essere reidratato. Alcuni di questi fattori, se non riconosciuti immediatamente, possono essere dannosi se non fatali sia per l’animale in se ma anche per l’uomo.

Quando avete trovato un animale che non vi appartiene e decidete di prendervene cura personalmente, dopo la visita veterinaria e d’accordo col veterinario stesso, cercate di rintracciare i proprietari usando il sistema dei volantini (scarica il “Volantino Ritrovamento” http://www.animalipersieritrovati.org/poster.shtml).

Una volta che avete ritrovato il vostro animale ricordatevi di comunicare l’accaduto a tutte le persone, enti ecc., di TOGLIERE TUTTI I VOLANTINI e di chiedere a coloro che l’hanno eventualmente accudito durante il periodo di smarrimento se l’animale ha arrecato dei danni o se è stato necessario sostenere delle spese…
Un ultimo consiglio dedicato soprattutto ai proprietari di gatti: munite i vostri animali di un collare su cui applicare una targhetta che porta incisi il NOME del vostro animale e un NUMERO di TELEFONO!  Il collare (rigorosamente anti strozzo e quindi sfilabile dall’animale stesso in caso di pericolo) non va messo largo ma stretto: che passi giusto un dito tra il collo del gatto e il collare.

 

Annunci